Il Carnevale di Sappada/Plodar Vosenòcht – Maschere tipiche e tanta allegria!


rollate maschera tipica del carnevale di sappada

Se si domandasse ad un anziano del paese da quando esiste il Carnevale di Sappada la risposta sarebbe “Da sempre!”.

Questa antica tradizione che si svolge nelle tre domeniche precedenti la quaresima era ed è tuttora periodo di grande allegria per gli abitanti di Sappada, che con originali maschere intagliate a mano nel legno, camuffano la loro identità e si burlano dei conoscenti.

Le giornate del Carnevale di Sappada

Il Carnevale di Sappada, in dialetto sappadino Plodar Vosenòcht è scandito dalla Domenica dei Poveri (Pèttlar Sunntag), dalla Domenica dei Contadini (Paurn Sunntach) e dalla Domenica dei Signori (Hearn Sunntach), nelle quali le maschere (lettern) si immedesimano con usi e costumi adatti ad ogni categoria, divertendosi a risaltare in maniera scherzosa pregi e difetti delle tre classi sociali.

Maschere del carnevale di Sappada
Maschera del carnevale di Sappada
Maschera del carnevale di Sappada

Le scenette rappresentate dalle maschere riprendono spesso situazioni di vita quotidiana del passato, in cui i personaggi con grande spontaneità trasmettono allegria e gioia di vivere.

Oltre alle domeniche, non sono da dimenticare le altre giornate di Carnevale: Il Giovedì Grasso (Vaastign Pfinzntòch) con la sfilata lungo il paese.

Il Lunedì Grasso o Lunedì dei Rollate (Vrèss Montach) è dedicato al Rollate.
In questa occasione, partendo da Cima Sappada, una schiera di Rollate preceduti dai Pagliacci (Pajaz), allegre maschere dal costume colorato e dal cappello ricurvo, percorrono le borgate del paese rincorrendo gruppi di ragazzini.

Il Martedì Grasso (Schpaib Ertach) conclude il Carnevale e solitamente le maschere si esibiscono in un percorso sugli sci.

Le date del Carnevale 2022

  • Domenica 13 febbraio
    Domenica dei Poveri, Pèttlar Sunntag
  • Domenica 20 febbraio
    Domenica dei Contadini, Paurn Sunntach
  • Giovedì 24 febbraio
    Giovedì Grasso, Vaastign Pfinzntòch
  • Domenica 27 febbraio
    Domenica dei Signori, Hearn Sunntach
  • Lunedì 28 febbraio
    Lunedì Grasso, Vrèss Montach
  • Martedì 1 marzo
    Martedì Grasso, Schpaib Ertach
Maschere intagliate nel legno del carnevale di Sappada

Il Rollate – La maschera tipica di Sappada

rollate maschera tipica del carnevale di sappada

Il Rollate (Ròllat) è la maschera simbolo del Carnevale sappadino.
Imponente e dal portamento fiero, questo personaggio è capace di incutere timore e rispetto.

Veste una folta pelliccia scura di montone (pelz) con un cappuccio scuro ornato da uno sbuffo di lana rossa.
Porta legata alla vita una catena con dei campanacci (rolln), dai quali deriva il nome Rollate, che risuonano ad ogni passo marcando la sua presenza.
Indossa pantaloni di tela a righe, ricavati dai teli usati per proteggere gli animali durante l’inverno (hile), scarponi chiodati per non scivolare e una scopa di saggina, che agita in modo deciso, scherzosamente o in segno di minaccia.
Completano il costume un fazzoletto legato al collo, rosso per gli uomini sposati o bianco per quelli celibi e l’originale maschera intagliata nel legno di cirmolo (lòrve), semplice ma dallo sguardo austero.

La maschera di legno, caratterizzata da grandi baffi scuri e folte sopracciglia è fondamentale per il Rollate, che rimane sempre a volto coperto e usa il falsetto (goschn) per camuffare la propria identità.

In passato, il Rollate incuteva molta paura nei bambini, che al suono delle rolln, scappavano a nascondersi.

Brandendo minaccioso la scopa, domandava “Pische bol nutze?” “Sei bravo?” e spesso i ragazzini più monelli che non riuscivano a darsela a gambe, finivano nella neve o nella fontana.

Altra abitudine era quella di avvicinarsi e chiedere “Osche kan aale?” “Hai un uovo da bere?”, questo perché gli uomini mascherati da Rollate, passavano lunghe ore senza toccare cibo e un uovo poteva dare loro un po’ di energia.

rollate maschera tipica del carnevale di sappada

Oggi la figura del Rollate è amata anche dai più piccoli e capita spesso di vedere qualche piccolo Rollate che si aggira tra le maschere di Sappada.
Non è cambiato, invece il furore dei ragazzini nel farsi inseguire dai Rollate lungo le strade del paese.

Curiosità sul Rollate

Non tutti erano adatti a travestirsi da Rollate, infatti c’era una vera e propria “arte del Rollate”, per quanto riguardava il portamento, la camminata e l’utilizzo della scopa, che non doveva mai essere abbandonata e veniva utilizzata anche per spazzare la strada davanti alle donne, come gesto di galanteria.

Modificato il 23 Febbraio 2022

Se ti è piaciuto condividi


Commenti (4)

  • Gianfranco rondi

    Una tradizione importante, unica nell intero arco alpino, andrebbe arricchita con qualche evento collaterale, magari con una serie di iniziative sulle sue origine e sulla lingua sappadina, coinvolgendo personaggi con radici del territorio e amanti di Sappada

  • Bello..cerco di non mancare mai…..ricordo, da piccolo, che c’erano anche i carri, si creavano scenette…..magari riavere i carri….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Se vuoi essere aggiornato sui nuovi contenuti, iscriviti alla nostra newsletter.

Cosa possiamo fare per te

Scrivi a info@sappada.blog se vuoi dare visibilità alla tua attività, ai tuoi prodotti e ai tuoi servizi! Possiamo aiutarti.

Collabora con noi

Vuoi partecipare a questo progetto? Scrivi a info@sappada.blog

favicon sappada blog

© Sappada.Blog è un progetto di kernel panic 
P.IVA IT01204020257 - CF MNGDNL84A20G642H