Da Cima Sappada alle Sorgenti del Piave sul sentiero naturalistico Piave


Sentiero naturalistico Piave e scorcio del monte Peralba

La camminata lungo il sentiero naturalistico Piave è una delle più facili escursioni da fare a Sappada.
Il percorso costeggia quasi interamente il fiume Piave ed è molto suggestivo.

Ponticelli in legno, scalette e attraversamenti lo rendono piacevole e divertente, soprattutto per i bambini che vivranno un’avventura da piccoli esploratori.

Passaggi ombreggiati nel bosco e la presenza quasi costante dell’acqua per una fresca pausa rendono la camminata piacevole e non troppo faticosa, immersa nei suoni e nella bellezza della natura.

Ponticello di legno lungo il sentiero naturalistico Piave

Il sentiero naturalistico Piave percorso nella sua interezza è lungo 8,5 km, parte da Cima Sappada (1292 m s.l.m.) e risale la Val Sesis fino alle Sorgenti del Piave (1830 m s.l.m.).

Questo trekking è a portata di tutti gli escursionisti, anche i meno allenati, che possono valutare di percorrerlo solo in parte.

In ogni caso, vi stupirà! Il primo tratto di sentiero che arriva al Rifugio Piani del Cristo è molto bello e offre diversi punti scenografici.

Come raggiungere le Sorgenti del Piave lungo il sentiero naturalistico

Lasciata l’automobile a Cima Sappada camminiamo sulla strada che porta verso le Sorgenti del Piave per circa 1 km e imbocchiamo il sentiero naturalistico Piave che scende a sinistra della strada.
Anche se vicini al passaggio delle automobili, ci sentiamo immersi nella natura e il suono rilassante dell’acqua che scorre ci accompagna lungo il percorso.
Presto iniziano gli attraversamenti sul fiume Piave, ponti di legno, passerelle e scalette offrono da subito un interessante svolgersi del percorso. Stiamo attenti non scivolare sul legno bagnato!

Passerella di legno lungo il sentiero naturalistico Piave
Passerella di legno lungo il sentiero naturalistico Piave

Dopo questo primo tratto, il sentiero ci porta ad attraversare la strada, continuando in direzione del Rifugio piani del Cristo.

Una Madonnina nella roccia e poco dopo la Cappellina dedicata a Santa Maria di Luggau ci ricordano la devozione delle persone che da più di duecento anni, il terzo fine settimana di settembre, risalgono a piedi la Val Sesis in pellegrinaggio verso il Santuario di Maria Luggau (Lesachtal).

cappella dedicata a S.Maria di Luggau lungo il sentiero naturalistico piave in val Sesis a sappada

Lungo il tragitto, l’acqua del Piave che scende tra le rocce dà vita a scenografiche cascate e cascatelle.
Ci scostiamo un po’ dal sentiero per ammirarle.

Cascate del Piave in Val sesis a Sappada

Dopo circa 45 minuti di camminata dall’inizio del sentiero arriviamo in prossimità del rifugio Piani del Cristo e da qui ci spostiamo sull’altro lato del fiume fino alla baita Rododendro.
Questo tratto è abbastanza pianeggiante e l’alveo del fiume ampio invita ad una piacevole sosta con i bambini.

indicazione del sentiero Sentiero naturalistico Piave vicino al rifugio Piani del cristo a Sappada
indicazione sentiero naturalistico Piave

Oltrepassata la baita Rododendro continuiamo la nostra escursione seguendo il sentiero naturalistico Piave camminando in parte nel bosco e in parte sulla strada asfaltata fino alle Sorgenti del Piave.

indicazione sentiero naturalistico Piave
Ponticello di legno lungo il sentiero naturalistico Piave

Salendo, il paesaggio si apre sempre di più, dandoci la possibilità di ammirare le cime e i pascoli della Val Sesis.

La nostra salita si ferma alle pendici del Monte Peralba con una meritata tappa al rifugio Sorgenti del Piave (aperto da giugno a settembre) ma da qui si può continuare in diverse direzioni, come verso il rifugio Calvi, il Col di Caneva o proseguire in Val Visdende, solo per suggerirne alcune.

scorcio delle sorgenti del piave a sappada

Un’alternativa per la discesa

Per discendere la Val Sesis si percorre lo stesso tragitto della salita, ma chi vuole variare il percorso può prendere in considerazione la discesa lungo il sentiero 139 dai Piani del Cristo a borgata Cretta.
Questo sentiero, tra falsopiani e discese non troppo ripide, è assolato e panoramico.
In circa 40 minuti giungerete a Sappada, in borgata Cretta, in prossimità della Casa-museo della civiltà contadina.

Sentiero 139 dai Piani del Cristo a Borgata Cretta a Sappada
Casa-museo della civiltà contadina in borgata Cretta a Sappada

Note

Durante l’autunno 2022 sono previsti dei lavori lungo la strada della Val Sesis che potrebbe essere chiusa.

Il percorso

Informazioni

  • Lunghezza: 8,5 km
  • Terreno: Agevole
  • Difficoltà: Facile
  • Dislivello: +580 m
  • Tempo: 4 ore circa
Modificato il 7 Settembre 2022

Se ti è piaciuto condividi


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Se vuoi essere aggiornato sui nuovi contenuti, iscriviti alla nostra newsletter.

Cosa possiamo fare per te

Scrivi a info@sappada.blog se vuoi dare visibilità alla tua attività, ai tuoi prodotti e ai tuoi servizi! Possiamo aiutarti.

Collabora con noi

Vuoi partecipare a questo progetto? Scrivi a info@sappada.blog

favicon sappada blog

© Sappada.Blog è un progetto di kernel panic 
P.IVA IT01204020257 - CF MNGDNL84A20G642H